Please reload

3 Mar 2020

In un’atmosfera elegante e lussuosa, sarà una maschera a fare da protagonista: la maschera che ogni personaggio indossa, così come ognuno di noi fa nella vita di tutti i giorni.

Una maschera per nascondersi, per fingersi qualcun altro, dietro la quale celare le proprie paure e il proprio aspetto… ma avete mai pensato che forse, celando la propria identità, ognuno di noi è in fondo davvero libero di essere sé stesso e di mostrare la sua vera natura?

In un crescendo di coreografie di danza classica, modern, hip hop e breakdance i nostri allievi, dai più piccoli di 3 anni, fino ai ragazzi più grandi, condivideranno il palco con ballerini professionisti per raccontarci la storia di una serata in cui tutto e il contrario di tutto è verità… in un gioco di alternanze di specchi dove ci si può riconoscere, tanto quanto perdersi… cornici sospese, come i protagonisti dei dipinti intrappolati al loro interno, che d’improvviso prendono vita e ci trasportano con loro all’interno di un palazzo le...

16 Oct 2019

60 secondi di immagini che racchiudono tutte le emozioni, l'energia e l'impegno di una serata indimenticabile durante la quale la magia del circo è stata la protagonista...

in un crescendo di luci, musica ed effetti speciali, coreografia dopo coreografia, la danza ci ha trasportato in un'atmosfera d'incanto dove tutto è diventato possibile...

4 Jun 2019

Spettacolo di danza degli allievi della Kledidance di Desenzano del Garda con la partecipazione di Denny Lodi, Costantino Imperatore, Vito Coppola, Lucia Monaco, Dilyara Bakchurina.

Ospite Kledi Kadiu.

Presenta la serata Francesco Capodacqua. 

Madrina ed ospite d'eccezione Carla Fracci accompagnata dal maestro Beppe Menegatti.

Per info e prevendita biglietti 030 6365692 • 347 4341555 • kledidance.desenzano@gmail.com

30 Mar 2019

|

Ci sono persone, e non sono molte, che nascono con un carisma innato… hanno in loro una luce e un’ energia per cui è impossibile non notarle.

Carla Fracci è una di quelle.

Non è un caso se è diventata l’étoile della danza a livello mondiale.

É sempre stata diversa da ogni altra bambina, lei stessa ha più volte raccontato che non avrebbe mai pensato di fare la ballerina.

“Progettavo di fare la parrucchiera, anche quando, dopo la guerra, ci trasferimmo in una casa popolare a Milano, quattro persone in due stanze. Però sapevo ballare e così allietavo tutti al dopolavoro ferroviario, dove mi portava papà. Fu un'amica dei miei che li convinse a portarmi all'esame di ammissione alla scuola di ballo della Scala. E mi presero solo per il bel faccino, perché ero nel gruppo di quelle in forse, da rivedere”

E da allora di tempo ne è passato.

Quella bimba dal “bel faccino” è cresciuta, ha studiato tanto e viaggiato molto, è stata insignita di premi e riconoscimenti in tutti i paesi del Mondo, ha ballato...

19 Mar 2019

|

Epoca veloce la nostra... in cui si è perso un po’ il contatto con le cose reali e davvero importanti... siamo a volte circondati dal dolore, ma preferiamo non vederlo, non viverlo, lo schiviamo velocemente, e ci focalizziamo su altro, distratti da un cellulare, intenti a curiosare la vita degli altri più che a concentrarci sulla nostra. 

In un epoca così la scala dei valori è stravolta, non esiste più, tutto è relativo, i riferimenti di ciò che è importante si sono indeboliti, e bisogna quasi stare attenti a parlare di alcuni aspetti della realtà per non disturbare gli altri. 

Si preferisce dire che va tutto bene, piuttosto che parlare del proprio dolore, del male di vivere che ognuno di noi, in una forma diversa, conosce, perché la paura di annoiare chi ci ascolta o, peggio ancora, infastidirlo è tanta.

11 marzo 2019 Black Swan Carnival Party, una serata all’insegna del divertimento e della spensieratezza con musica e divertimento. 

Il fascino del cigno nero… il lato oscuro di ognun...

18 Dec 2018

|

Perché il dolore si affronta e il male si combatte... e si inizia guardandolo in faccia e chiamandolo per nome: tumore. 

Dicono sia il male del secolo, la nuova peste. Ognuno di noi l’ha conosciuto. Ognuno si è trovato a combatterlo vicino ad un familiare, o ad un amico. Qualcuno in prima persona.

Ecco perché parlare di un reparto di ospedale pediatrico oncologico tocca il cuore di ognuno di noi.

Perché se affrontare i tumori fa paura, immaginare il corpo di un bambino che deve combattere un tumore terrorizza. Perché è qualcosa di ingiusto, che fa rabbia e che non può lasciare nessuno indifferente. 

Ogni anno organizziamo una cena, la vestiamo a festa, le diamo un abito elegante ed un gusto raffinato, incontriamo amici che diventano sponsor, perché decidono di supportare il nostro progetto, e nasce così Notte di Dicembre... una cena di beneficenza con lo scopo di raccogliere una somma da dare a sostegno di un’associazione o di un’ente. 

Quest’anno la magia è stata un po’ più forte degli a...

14 Nov 2018

Inizia un nuovo anno accademico ...

si apre la porta ed ognuno con la propria storia entra nella scuola...

è un piccolo mondo che nasce a settembre e, fin dall’inizio, si innescano le dinamiche che diventeranno familiari durante i mesi, in un crescendo di emozioni, fino ad arrivare al saggio di fine anno…. Ci sono le mamme che accompagnano e restano a popolare la zona della reception fra chiacchiere, risate, letture di libri e bicchieri del caffe… ogni tanto si finisce a parlare e a conoscersi un po’ meglio e si scambiano così pezzettini di vita di ciascuno…

intanto negli spogliatoi, tra gli allievi, succede la stessa cosa… diventa quasi vietato entrare per noi “grandi”… vogliono fare tutto da sole: infilare le calze, indossare il body, fare il fiocco al gonnellino, nascondere per scherzo il calzino della compagna e intanto confidarsi sulle nuove amicizie a scuola o sui primi amori… è emozionante vederle crescere e diventare grandi…

all’inizio sono solo delle piccole, piccolissime bimbe, a...